Soffrire di disturbi gastrointestinali come gonfiore, diarrea o costipazione , può essere un primo campanello di allarme con cui il nostro organismo ci sta avvertendo che potrebbe esserci un problema di intolleranza alimentare o di una contaminazione batterica dell’intestino. Ma come si può scoprire con certezza? Vediamo insieme cosa sono le intolleranze alimentari ed il Breath Test, un esame che può aiutare a individuare le cause dei tuoi sintomi.

Che cos’è un’intolleranza alimentare?

Un’intolleranza alimentare è una reazione negativa del sistema immunitario nei confronti di determinati alimenti o sostanze presenti in essi.

Si differenzia dalle allergie alimentari perché coinvolge una risposta immune diversa.

L’intolleranza può essere causata da una carenza di enzimi necessari per digerire correttamente alcuni alimenti, come nel caso dell’intolleranza al lattosio.

Altri tipi di intolleranze possono essere causate da sensibilità a sostanze chimiche presenti negli alimenti, come gli additivi o i conservanti.

I sintomi delle intolleranze alimentari possono variare da persona a persona e possono includere disturbi gastrointestinali, mal di testa, affaticamento e eruzioni cutanee.

È importante quindi tenere sotto controllo questi sintomi e osservare attentamente la relazione tra l’assunzione di determinati alimenti e la comparsa dei disturbi così da poter individuare una eventuale intolleranza e poter adottare una dieta adeguata

Cos’è il Breath test?

Il Breath Test o “test del respiro”, è un esame diagnostico non invasivo che si effettua soffiando in un tubicino per valutare, in base alla soluzione che viene assunta, il malassorbimento al lattosio, il tempo di transito oro-cecale e l’eventuale colonizzazione anomala del nostro intestino da parte di alcuni batteri (SIBO).

Quanti tipi di breath test esistono?

I Test disponibili sono:

  • Il Breath Test al Lattosio: serve per diagnosticare l’intolleranza o il malassorbimento al lattosio;
  • Il Breath Test al Lattulosio:  utile per determinare la velocità di transito gastrointestinale e se vi è una sovracrescita batterica a livello dell’intestino;
  • Il Breath Test al Glucosio: anch’esso utilizzato per indagare eventuali disbiosi intestinali;

Come si svolge il Test?

Per eseguire questo esame è necessario che il paziente sia a digiuno la mattina dell’esame e che nelle settimane precedenti abbia seguito alcune raccomandazioni.

In base al tipo di test che si vuole effettuare, l’esame ha una durata che va dalle 2 alle 4 ore circa  durante le quali le concentrazioni di idrogeno nell’aria espirata vengono misurate a intervalli regolari di 15-30 minuti.

 

Al Gruppo Vasari è disponibile un’apparecchiatura specialistica grazie alla quale è possibile effettuare l’esame del Breath Test e scoprire eventuali intolleranze alimentari e disconfort intestinali in modo totalmente non invasivo, grazie al solo respiro, così da poter trovare la causa e porvi rimedio alleviando i disturbi.