Endoscopia

Gli esami eseguiti in endoscopia nei nostri Centri sono la colonscopia e la gastroscopia per quanto riguarda l’endoscopia digestiva e la cistoscopia per quanto riguarda l’endoscopia urologica.

Gli esami sono eseguiti con la presenza in sala di un medico anestesista per garantire al paziente sicurezza e massima professionalità, in una struttura nuova e dotata di strumentazione all’avanguardia e con  medici specialisti che rappresentano un’eccellenza nella sanità del territorio.

CISTOSCOPIA

La cistoscopia è una procedura che consente al medico di guardare all’interno della vescica e dell’uretra con una speciale telecamera (il cistoscopio, appunto) per poter riscontrare la presenza di eventuali anomalie oppure per il prelevamento di tessuto per effettuare analisi. 

La cistoscopia può essere eseguita per aiutare a fare diagnosi o a trovare le cause di alcuni sintomi come:

– sangue nelle urine (ematuria);
– cellule anomale identificate all’esame delle urine;
– frequenti infezioni vescicali;
– dolore alla vescica, all’uretra o durante la minzione;
– durante una procedura chirurgica come l’isterectomia, per assicurarsi che non vi siano danni alla vescica o agli ureteri, essendo questi vicini all’utero e alla vagina.

L’esame è utile nell’identificare problemi come calcoli vescicali, tumori e anomalie strutturali della vescica o in caso di sangue nelle urine.

Come si svolge l’esame?

Nel complesso, una cistoscopia dura 5-10 minuti e viene effettuata in anestesia locale o totale. Prima di iniziare l’indagine, è necessario svuotare la vescica. Da una posizione supina, il medico disinfetterà l’area dell’uretra per poi inserire il cistoscopio nella vescica. Successivamente, viene inserito un liquido sterile per distendere la vescica e permetterne una chiara visione delle pareti, che può provocare nel paziente la sensazione di urgenza di urinare. Se necessario, il medico preleva anche una piccola porzione di tessuto (biopsia) per ulteriori indagini.

Come prepararsi a una cistoscopia

Prima dell’esame cistoscopico, verrà effettuato un incontro con il medico specialista presso il centro di Diagnostica Vasari in modo che il medico possa conoscere tutta l’anamnesi del paziente. Sarà necessario fornire l’elenco delle medicine che state assumendo e tutta la documentazione in vostro possesso fra cui esame delle urine, urinocoltura, ecografia, urografia, TAC, ecc.

Il paziente, prima dell’esame, dovrà astenersi dall’assunzione di cibi solidi per le 6 ore precedenti e dai liquidi per le 2 ore prima dell’esame. Il paziente dovrà obbligatoriamente essere accompagnato, in modo tale che non sia solo al momento del rientro al domicilio. 

Per ulteriori informazioni:

DIAGNOSTICA VASARI
via Anna Magnani 38, 58100 Grosseto

+39 0564 410940   |   +39 366 9775212
casalone@centrovasari.it

Dott. Valerio Pizzuti

Medico Chirurgo Specialista in Urologia Chirurgia generale d’Urgenza e Pronto Soccorso

GASTROSCOPIA

Con l’esofago-gastro-duodenoscopia – o semplicemente gastroscopia – si possono diagnosticare in maniera accurata malattie dell’esofago, dello stomaco o del duodeno. Tramite questa procedura si possono anche eseguire alcuni trattamenti oppure controllare l’evoluzione di malattie già conosciute.

Come si svolge l’esame?

Il paziente verrà sedato con anestesia profonda (stato di sonnolenza indotta con respirazione libera) e obbligato a tenere la bocca aperta con uno specifico boccaglio.

Il Medico Gastroenterologo introduce uno strumento flessibile, dotato all’estremità di una luce e di una piccola telecamera, nel canale esofageo fino a raggiungere il duodeno. Viene poi insufflata dell’aria per facilitare la visione delle pareti. Se necessario, il medico preleva una piccola porzione di tessuto con uno strumento sterile monouso, per eventuali analisi successive. 

Come prepararsi a una gastroscopia

Per eseguire una Gastroscopia, lo stomaco deve essere vuoto e libero da alimenti: il paziente dovrà dunque astenersi dall’assunzione di cibi solidi e liquidi dalla mezzanotte del giorno precedente l’esame. Sarà necessario presentarsi con tutta la documentazione in vostro possesso (referti di esami precedenti come ad esempio radiografie) e con l’elenco delle medicine che state assumendo. 

La maggior parte delle terapie possono non essere sospese, ma qualche farmaco può interferire con la preparazione o lo svolgimento dell’esame:

  • in caso di assunzione di anticoagulanti, è necessario sospendere la terapia almeno 48 ore prima della procedura.
  • in caso di assunzione di antiaggreganti piastrinici, bisogna sospendere la terapia almeno 7 giorni prima dell’esame.
Per ulteriori informazioni:

DIAGNOSTICA VASARI
via Anna Magnani 38, 58100 Grosseto

+39 0564 410940   |   +39 366 9775212
casalone@centrovasari.it

COLONSCOPIA

La colonscopia è una procedura che permette al Medico Gastroenterologo di esplorare il tratto digestivo inferiore, vale a dire il grosso intestino e la porzione terminale del piccolo intestino (o ileo), inserendo un tubo flessibile, dotato di telecamera e di fonte luminosa, attraverso l’ano nel retto e nel colon. Tramite questa procedura si possono diagnosticare in maniera accurata malattie del colon e dell’ileo, eseguire prelievi bioptici e/o alcuni trattamenti e controllare l’evoluzione di malattie già conosciute del colon e dell’ileo.

L’esame può durare dai 15 ai 60 minuti e avviene sotto sedazione profonda. 

Come prepararsi a una colonscopia

Per una procedura ottimale, il colon deve essere completamente pulito. Per questo, sarà necessario seguire, nei giorni precedenti all’esame, istruzioni dettagliate sulle restrizioni dietetiche da seguire e le modalità di pulizia intestinale che verranno fornite dal medico specialista.

Per effettuare l’esame, inoltre, sarà necessario essere digiuni: non bisogna assumere cibi solidi o liquidi dal giorno prima dell’esame. Sarà necessario presentarsi con tutta la documentazione in vostro possesso (referti di esami precedenti come ad esempio radiografie) e con l’elenco delle medicine che state assumendo.

La maggior parte delle terapie possono non essere sospese, ma qualche farmaco può interferire con la preparazione o lo svolgimento dell’esame:

  • in caso di assunzione di anticoagulanti, è necessario sospendere la terapia almeno 48 ore prima della procedura.
  • in caso di assunzione di antiaggreganti piastrinici, bisogna sospendere la terapia almeno 7 giorni prima dell’esame.

Il paziente dovrà obbligatoriamente presentarsi all’esame accompagnato, in modo tale che non sia solo al momento del rientro al domicilio. 

Per ulteriori informazioni:

DIAGNOSTICA VASARI
via Anna Magnani 38, 58100 Grosseto

+39 0564 410940   |   +39 366 9775212
casalone@centrovasari.it

Richiedi un appuntamento con i nostri specialisti in endoscopia.

Compila il form sotto per prenotare un incontro presso i nostri Centri Medici oppure contattaci al +39 335 8798340 su WhatsApp , fisso 0564 410940