Test ginecologici

Home » Test ginecologici
Helicobacter pylori

Helicobacter pylori è un batterio spiraliforme che può colonizzare la mucosa gastrica, il rivestimento dello stomaco umano. L’infezione è spesso asintomatica, ma talvolta può provocare gastrite e ulcere a livello dello stomaco o del duodeno, il primo tratto dell’intestino. L’ulcera è un’irritazione o un vero e proprio foro che si forma nella mucosa, che produce un dolore intenso, soprattutto a stomaco vuoto.

Con la biologia molecolare con la tecnica di PCR è possibile effettuare l’esame direttamente da materiale fecale, placca dentaria e saliva. L’esame viene eseguito mediante la tecnica di amplificazione del DNA batterico relativo ai geni cagA e ureC,.

Dal prelievo di sangue possono essere rilevati gli anticorpi (IgG e IgM) presenti nel siero. Di norma tale esame viene sempre seguito da quello delle feci poiché eventuale presenza di anticorpi nel sangue conferma il contatto col patogeno i quali possono essere presenti anche per lungo tempo dopo l’infezione. Quando l’esame del sangue rileva la positività è consigliabile effettuare anche l’esame delle feci che in caso di assenza del patogeno, vuol dire che l’organismo è riuscito a debellare il batterio. L’infezione da Helicobacter pylori può essere pericolosa per la salute dell’uomo quando, in presenza di squilibrio immunitario, le scorie metaboliche del batterio causano un danno cellulare carico delle pareti gastriche creando ulcere, lesioni del tessuto epiteliale che ricopre lo stomaco.

Infezioni batteriche gastrointestinali

Le infezioni gastrointestinali sono dovute generalmente da infezioni virali, parassitarie o batteriche e sono causa di gastroenterite. I sintomi dell’infezione sono in alcuni casi la febbre, diarrea, nausea e vomito, dolore addominale.

La coprocoltura è un esame di laboratorio microbiologico ed è indicato proprio per le diagnosi di patologie del tratto grastrointestinale: si effettua per la ricerca di batteri come salmonella, shigella, campylobacter, e diverse specie di escherichia e yersinia o virus come rotavirus e adenovirus.

Per effettuare il test occorre un campione di feci fresche raccolte in un contenitore sterile (non deve essere contaminato da urina o acqua)

Disbiosi test

La disbiosi è un’alterazione della flora batterica che alberga nell’intestino umano.

Il test per verificare questa alterazione è un semplice esame che si effettua su un campione di urine, e consiste nella quantizzazione di due sostanze: lo scatolo e l’indicano.

Il disbiosi test ci dà anche alcune indicazioni sul tratto dell’intestino che soffre maggiormente di uno squilibrio della flora batterica: se è alterato il valore dell’indicano, è l’intestino tenue ad essere più sofferente. Se invece è lo scatolo ad essere aumentato, il problema è soprattutto a carico dell’intestino crasso, in particolar modo del colon. Se risultano alti entrambi i valori, allora vuol dire che il dismicrobismo riguarda sia l’intestino tenue che il crasso.

Calprotectina fecale

La calprotectina è una proteina che lega sostanze come il calcio e lo zinco. Nell’organismo si trova quasi ovunque, ma è presente soprattutto all’interno dei globuli bianchi chiamati granulociti neutrofili e, sia pure in concentrazioni più basse, nei monociti e nei macrofagi.

In caso di infiammazione del tratto gastrointestinale, i globuli bianchi vengono richiamati nell’intestino e lì rilasciano i mediatori chimici dell’infiammazione e la calprotectina. Di conseguenza, la concentrazione di calprotectina nelle feci aumenta.

Il test si effettua su un piccolo quantitativo di feci, non contaminato da acqua o urine e posto in un barattolo pulito.

H2 BREATH TEST

L’H2 Breath Test o Test del respiro è un esame non invasivo e di semplice esecuzione utile per la diagnosi di dismicrobismo intestinale e di malassorbimento alimentare.
Il principio su cui si basa consiste nell’evidenziare un aumento dei livelli di idrogeno (H2) nel respiro in seguito alla fermentazione batterica glucidica operata dalla flora batterica intestinale.

I nostri test:

  • H2 BREATH TEST AL GLUCOSIO
    per la determinazione della sovra crescita batterica nell’intestino tenue (SIBO)
  • H2 BREATH TEST AL LATTOSIO
    per la determinazione di intolleranza al lattosio
  • H2 BREATH TEST AL LATTULOSIO
    per la determinazione del tempo di transito oro-cecale (octt)
  • H2 BREATH TEST AL SACCAROSIO
    per la determinazione di malassorbimento di saccarosio
  • H2 BREATH TEST AL SORBITOLO
    utile in diagnosi di celiachia e altre patologie di malassorbimento
  • BREATH TEST ALLO XILOSIO
    per la determinazione di malassorbimento del d-xilosio